it en fr es ru ar ch

AETERNUMCAL: non solo impermeabilizzazione totale

Anche le terme di Vulci per la durabilità hanno scelto l’AeternumCal.

Qualche anno fa fui invitato a far parte di una commissione in sede UNI che avrebbe dovuto redigere e lavorare per la formulazione delle norme che regolavano l’impermeabilizzazione dei calcestruzzi. L’incarico mi pervenne da una società tedesca leader nel settore.

In sede UNI mi ritrovai con colleghi che rappresentavano le varie società italiane produttrici di vari impermeabilizzanti.

L’incontro si fermò alla prima giornata di riunione, almeno per quanto riguarda la mia persona.   Da parte mia era ed è impensabile parlare di un calcestruzzo permeabile, in quanto la permeabilità non riguarda solamente il fastidio del passaggio dell’acqua, ma riguarda la vita dell’opera in calcestruzzo.

Per i colleghi evidentemente era molto più utile un calcestruzzo permeabile, perché permetteva di impiegare innumerevoli prodotti, validi o meno, per impedire all’acqua di penetrare.

La commissione si divise in due settori:

  • uno che accettava il calcestruzzo cosi come riusciva (male)
  • e l’altro (dove rimasi solo) che mirava ad un calcestruzzo impermeabile.


Non arrivai alla terza riunione se ben ricordo...

Questa situazione però mi stimolò a tal punto che presto arrivai alla produzione, in scala industriale, di un prodotto unico nel suo genere: l’Aeternum.
Non l’ho chiamato additivo, perché non è un additivo: è un insieme di additivi, quindi posso definirlo un Compound.

E non mi sono fermato alla sola impermeabilizzazione, ma durante la fase di formulazione e di sperimentazione ho voluto un compound che non avesse rivali.

Al momento sul mercato nessun rivale come caratteristiche tecniche, nessun rivale in fase economica: Nessun rivale, ossia Unico.

L’Aeternum spesso viene confuso con altre “polveri impermeabilizzanti” e poiché costa infinitamente meno, qualche volta coloro che non lo conoscono lo evitano, perché appunto costa troppo poco… parafrasando una nota pubblicità.

Eppure, specialmente dai tecnici, andrebbe preso in considerazione anche solo per conoscerlo un po’ di più nel suo interno, nelle sue prestazioni: mi sarebbe sufficiente questo per essere sicuro che poi non verrà più abbandonato!

Aeternum è un compound completo, nato solo per la durabilità delle opere in calcestruzzo.

  • Non è solo un impermeabilizzante che segue la normativa, Aeternum assicura penetrazione acqua e vapore pari a Zero.
  • Non ha bisogno dell’impiego di super fluidificanti perché esso stesso è un iperfluidificante capace di dare un calcestruzzo in classe ≥ a un S5 con un rapporto a/c non superiore 0,46.
  • Non ha bisogno di compensatori di ritiro perché è lui stesso un compensatore di ritiro.
  • Non ha bisogno di filler nell’impasto in caso di calcestruzzi auto-compattanti (SCC) perché lui stesso, considerata la sua immensa superficie specifica, funziona perfettamente da anti-segregante: con esso i fenomeni di bleeding e di segregazione sono sconosciuti.
  • Non ha bisogno di intervento alcuno per resistere alla massima classe di esposizione, perché è più prestazionale di un cemento solfato resistente.
  • Non ha bisogno di sovradosaggi di cemento per raddoppiare le resistenze di un calcestruzzo normale (C 25/30 o altro), perché esso stesso è un incrementatore di resistenze.

Certamente con queste prestazioni garantite e controllate con un dosaggio del solo 3% sul peso del cemento e con un costo di 1,20 €/kg, si può solo dire:  “Non lo voglio, costa troppo poco!”

 

« Indietro